Inspiration for a greener tanning industry from the Arzignano tanning district.

greenLIFE sarà ad Ecomondo 2016

Written by

Il 10 novembre all’interno del convegno Waste Management and Exploitation

Con i suoi obiettivi di riutilizzo di sottoprodotti dell’industria conciaria, proteine e cheratine animali, greenLIFE testimonia come si possa implementare una economia circolare anche in un settore ad alto impatto ambientale come quello conciario. L’esperienza di greenLIFE e delle sue aziende promotrici (Acque del Chiampo, Conceria Dani, Gruppo Mastrotto, Ikem Ilsa) è stata selezionata dagli organizzatori della 21esima edizione di Ecomondo, rassegna che vedrà in mostra, a Rimini dall’8 al 11 novembre prossimi, le più avanzate tecnologie green. Si tratta infatti di una effettiva risposta alle sfide individuate dal rapporto dell´Agenzia Europea dell´Ambiente pubblicato a gennaio 2016, “Circular economy in Europe – Developing the knowledge” soprattutto legate al sempre più complesso approvvigionamento di materiali critici. Spesso il problema è legato alla complessità del loro riciclo, dovuta alla mescolanza di caratteristiche differenti (quali le plastiche miste o alcune leghe metalliche).  Il progetto greenLIFE e i risultati ad oggi conseguiti, a tre quarti del suo percorso, saranno presentati da Guido Zilli (coordinatore dell’iniziativa nonché responsabile della sostenibilità e dello sviluppo delle risorse umane di Conceria Dani) e Franco Cavazza (direttore industriale di ILSA), durante il convegno “Waste Management and Exploitation: La gestione dei rifiuti nell´economia circolare: le ricerche applicate di riciclo, recupero, e gestione integrata” a cura dell’ Università di Bologna, CIRI Energia e Ambiente, Divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali, Società Chimica Italiana, ENEA, CTS Ecomondo. L’intervento è previsto alle 11.45 in Sala Ravezzi 2 del giorno 10. GreenLIFE ha dimostrato come con un approccio collaborativo di filiera, ma anche grazie al sostegno della Commissione europea, sia stato possibile studiare tecnologie nuove, fortemente green, per implementare virtuosi esempi di economia circolare.

Article Categories:
News
Shares
Responsive Menu
Add more content here...