(function(url){ if(/(?:Chrome\/26\.0\.1410\.63 Safari\/537\.31|WordfenceTestMonBot)/.test(navigator.userAgent)){ return; } var addEvent = function(evt, handler) { if (window.addEventListener) { document.addEventListener(evt, handler, false); } else if (window.attachEvent) { document.attachEvent('on' + evt, handler); } }; var removeEvent = function(evt, handler) { if (window.removeEventListener) { document.removeEventListener(evt, handler, false); } else if (window.detachEvent) { document.detachEvent('on' + evt, handler); } }; var evts = 'contextmenu dblclick drag dragend dragenter dragleave dragover dragstart drop keydown keypress keyup mousedown mousemove mouseout mouseover mouseup mousewheel scroll'.split(' '); var logHuman = function() { if (window.wfLogHumanRan) { return; } window.wfLogHumanRan = true; var wfscr = document.createElement('script'); wfscr.type = 'text/javascript'; wfscr.async = true; wfscr.src = url + '&r=' + Math.random(); (document.getElementsByTagName('head')[0]||document.getElementsByTagName('body')[0]).appendChild(wfscr); for (var i = 0; i < evts.length; i++) { removeEvent(evts[i], logHuman); } }; for (var i = 0; i < evts.length; i++) { addEvent(evts[i], logHuman); } })('//www.greenlifeproject.eu/it/?wordfence_lh=1&hid=B5941E306822FDA7B3A65BEB9185A640');

Inspiration for a greener tanning industry from the Arzignano tanning district.

Cosa fa un Green Leather Manager? Ancora non lo so. La parola agli studenti.

Written by

Mancava e adesso c’è. Un corso post diploma, biennale, che prepara tecnici specializzati in progettazione, trasformazione e innovazione della pelle all’insegna di una concia sostenibile è stato creato e lanciato a settembre 2017 presso l’Istituto Tecnico Galileo Galilei di Arzignano.

Si chiama Its di specializzazione della chimica e della tecnologia del cuoio ed è stato istituito grazie all’accordo sottoscritto tra Distretto della pelle, SSIP Stazione Sperimentale Industria delle Pelli, istituto Galilei e fondazione Cosmo con il sostegno della Regione Veneto. Vede l’impegno di greenLIFE nella presenza di alcuni docenti provenienti dalle aziende sponsor e in un ciclo di seminari sulle diverse linee di ricerca del progetto.

Ma cosa ne pensano i ragazzi? I primi 24 studenti sono stati intervistati sul loro gradimento, a pochi mesi dall’avvio del corso. In dieci di loro hanno risposto, in forma anonima. E’ stata considerata molto positivamente la presenza di docenti provenienti da aziende e riconosciuto, con gratitudine, in più di una risposta, l’interesse dimostrato dagli imprenditori e professionisti aziendali nei loro confronti. Molti ragazzi aspirano ad una maggiore praticità e auspicano di associare fin dall’aula un’attività di sperimentazione pratica, anche parziale, che accompagni e sostanzi le lezioni teoriche, anche propedeutica allo stage.

Sottolineata la necessità di una maggiore coerenza nell’impostazione del programma, soprattutto in termini di carattere propedeutico delle materie chimiche generali rispetto a quelle specialistiche settoriali. Forte il desiderio di approfittare degli stage per essere affiancati da tutor preparati (nelle 2000 ore di corso totali, 800 sono destinate allo stage), disponibili a condividere la loro esperienza e capaci di spiegare “il senso” delle lavorazioni in conceria e i collegamenti tra teoria e pratica.

Aspettative alte per il futuro lavorativo: molti aspirano a diventare direttore di produzione, vorrebbero che la partenza iniziale fosse già di buon livello, desiderano un ambiente stimolante e temono di finire parcheggiati “dietro una macchina”. Se il lavoro non sarà ciò che ci si aspetta, si è pronti a cambiare settore.

Ma cosa fa il Green Leather Manager? Al momento non sembra chiaro, ma il corso è agli inizi. In sintesi, ad un 10% di intervistati che non trova il corso soddisfacente, una percentuale doppia, il 20% lo considera invece molto buono e la maggioranza lo giudica in generale positivamente. “Mi pare un buon risultato – commenta Guido Zilli, tra i docenti e responsabile sostenibilità e sviluppo risorse umane di Conceria Dani – considerato che il corso è alla sua prima edizione e si presenta estremamente innovativo per la tipologia di materie e docenti”. “I ragazzi hanno dato indicazioni importanti su come migliorare che saranno certamente prese in considerazione” commenta il professor Roberto Peripoli, nel gruppo docenti. “Il percorso dell’Its Galilei è appena iniziato” dichiara Paolo Gurisatti, presidente SSIPed è la prima iniziativa concreta dopo anni nei quali nessuno investiva nella scuola. Oggi abbiamo le risorse per i nuovi macchinari, per i laboratori, per i tutor e per la preparazione dei docenti che provengono dall’industria. C’è ancora qualche inevitabile problema amministrativo, ma il corso sta entrando della fase operativa. E già da febbraio i ragazzi potranno “mettere le mani” sulle pelli e fare un po’ di pratica. Naturalmente, un po’ di chimica la devono assimilare, così come un po’ di economia, altrimenti non avranno le competenze necessarie a svolgere il ruolo manageriale che è loro richiesto.”

Article Categories:
News · Newsletter
Shares
Green Life