Innovazione

GreenLIFE mira ad una riduzione del 20% dell’uso di acqua

La lavorazione della pelle richiede molta acqua. Attorno alla seconda metà del 1800, proprio la presenza di numerosi corsi d’acqua che dalle Prealpi venete e dalle colline della valle del Chiampo scorrevano fino alla pianura, fu uno dei motivi che favorì lo sviluppo dell’industria della concia ad Arzignano. Negli ultimi decenni, l’efficienza del sistema di […]

0 comments

Meno solfuri per un’aria di qualità

Il distretto conciario di Arzignano è conosciuto in tutto il mondo, produce oltre il 50 percento della pelle conciata in Italia e il 9 percento di quella mondiale. Ma il distretto non è sole industrie, infrastrutture, centri direzionali e uffici, è anche case, scuole, luoghi pubblici. Una città quindi, persone che vivono e talvolta lavorano […]

0 comments

Con greenLIFE una chimica più efficiente

Senza la chimica saremmo orfani di mille cose che ci fanno vivere meglio ogni giorno. Pensiamo a tanti oggetti di uso quotidiano, segni tangibili di come il progresso scientifico sia in grado di semplificarci la vita di tutti i giorni. Anche il processo conciario richiede chimica e la qualità delle pelli, la loro morbidezza, resistenza […]

0 comments

Nel futuro non ci sarà differenza tra scarto e risorsa

Le pelli usate nell’industria della concia derivano per la maggior parte dalla valorizzazione di sottoprodotti dell’industria alimentare. La concia ha quindi nel suo stesso motivo d’essere e nella sua genesi il concetto di riutilizzo di prodotti provenienti da altre filiere industriali. GreenLIFE vuole portare al limite estremo la valorizzazione dei residui di lavorazione. Lo fa […]

0 comments

Shares
Green Life