Inspiration for a greener tanning industry from the Arzignano tanning district.

Presentazione

La Commissione Europea ha finanziato, nell’ambito del programma LIFE, il progetto Green Leather Industry for the Environment. GreenLIFE coinvolge cinque aziende appartenenti alla filiera vicentina della concia, le concerie Dani e Gruppo Mastrotto, Ikem, industria del settore chimico, Ilsa del settore delle biotecnologie e mezzi tecnici per l’agricoltura ed Acque del Chiampo, gestore di servizi di depurazione acque. Il progetto vuole essere un primo passo di un percorso condiviso a livello distrettuale e gli obiettivi riguardano la riduzione in vari aspetti dell’impatto ambientale della filiera conciaria. In particolare greenLIFE mira a:

  • ridurre del 20% il consumo di acqua nelle fasi di riviera
  • ridurre del 20% il consumo di prodotti chimici nelle fasi di riviera
  • ridurre del 20% i rifiuti solidi
  • sostanziale riduzione del solfuro nella fase di depilazione delle pelli
  • recuperare e valorizzare il 15% dei sottoprodotti del ciclo conciario
  • creare un “hub tecnologico” per condividere idee e tecnologie.

Lo sviluppo delle attività si completerà nell’arco di tre anni a partire dal giugno 2014, impegnando un investimento di 2,3 milioni di euro, finanziati dalla Commissione Europea per circa il 50%. Queste le principali linee di ricerca:

  • sperimentazione fino alla scala industriale dei calcinai ossidativo e con recupero dei bagni;
  • sperimentazione fino alla scala semi-industriale del calcinaio enzimatico e di conce esenti da metalli;
  • recupero, trattamento e valorizzazione dei sottoprodotti del processo conciario in ambito industriale, agro-industriale ed energetico;
  • valutazione dell’effetto delle nuove tecnologie sul complessivo sistema della depurazione delle acque;
  • analisi degli impatti ambientali e socio-economici delle nuove tecnologie, con simulazione su scala distrettuale;

Ogni fase sarà accompagnata da attività di informazione e aggiornamento a tutti gli stakeholder. GreenLIFE lancia un messaggio di ampiezza di prospettive, innovazione, capacità progettuale e compattezza degli attori del distretto, attraverso un’iniziativa che si affianca ad altre già in corso da qualche tempo nel territorio che sottolineano la volontà del distretto vicentino della concia di esprimersi come sistema, anziché come semplice collezione di singole imprese.


Shares
Green Life